Il mondo e la fame

Sulla Terra i dieci miliardi di persone sono ormai un ricordo, e si pone di conseguenza un interrogativo drammatico. Come sopravvivere, con un’agricoltura sempre compromessa dai riequilibri ecologici delle costruzioni di edifici? Ci sarà l’erosione distruttiva di terre coltivabile con conseguente rimozione di produzione agricola globale. C’è gente, la stragrande maggioranza, che soffre di denutrizione e pochi magnati sfruttatori. C’è chi muore di fame e chi ha il ventre gonfio. L’orribile morte incombe fra troppa gente perché la condizione delle popolazione affamate è veramente drammatica. Occorrerebbe sostenere chi può garantire alle popolazioni un nutrimento con un’opera di distribuzione delle disponibilità, ma ciò è un’utopia, perché il Vangelo viene così calpestato come lo è stato Carlo Marx. Ci sono ancora grandi estensioni di terreno, ma non vengono considerate per l’egoismo di pochi sfruttatori guerrafondai. E così si arriverà alla fine del secolo, senza che nessuno muova un dito, visto che le persone per bene sono sempre più una rarità. Le possibilità di crescere ci sono, ma non vengono considerate da nessuno. Le istituzioni politiche ed economiche fanno altre scelte più propriamente personali: gli armamenti sono la loro ricchezza, altro che le superfici terrestri irrigate. Ci sono grandi coltivazioni di terreno che potrebbero garantire benessere per tutti, ma è una pianificazione che fa ridere i potenti. Ci si dice: “Si potrà ancora attingere energia necessaria per aumentare la produzione?” Certamente, ma in quale direzione? La risposta viene da sé: i soliti sfruttatori sanno quali scelte fare.

giuliozignani@alice.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...