XVIII Domenica del Tempo Ordinario

31 luglio 2016

Noto una cosa molto interessante nel Vangelo odierno (Lc 12, 13-21), in questa chiarissima parabola di Gesù: il ricco della parabola dice sempre “io” (io demolirò, costruirò, raccoglierò…) e usa sempre l’aggettivo possessivo “mio” (i miei beni, i miei raccolti, i miei magazzini, me stesso, anima mia,…). Nessuno entra nel suo orizzonte, nella sua vita, è un uomo senza aperture, non solo senza generosità, ma anche senza relazioni. Quindi non è vita!… “stolto questa notte stessa ti sarà richiesta indietro la tua vita”.

Gesù ci dice che “non di solo pane vive l’uomo”, anzi di solo pane, di sole cose, di solo benessere, l’uomo muore. La vita se si confonde con una delle cose che si possiedono, rappresenta una grande delusione: non lo è certamente se ci si ricorda che la vita è più delle cose.

Ho ben presente vite spese ad accumulare cose, a costruire case, a rendere solido il patrimonio, ma che poi crollano chiaramente e rovinosamente quando ci si vede i conti che non tornano più, perché ad esempio il figlio, per cui avevi costruito la casa, va a vivere altrove; quando le cose che avevano assorbito il tuo impegno e per le quali avevi sacrificato le relazioni con gli altri e con Dio, e anche con te stesso, scolorano perché invecchi, le forze ti vengono meno, non può più seguire tutto, le cose cambiano… Questo è il motivo di tante tristezze che ci girano attorno!

Non è sbagliato darsi da fare, curare i propri interessi, cercare di garantire un futuro ai propri figli, ma è sbagliato se, per farlo, si smette di avere un cuore, di vivere. Se un ragazzo, un adulto, una persona sogna una vita solitaria come il ricco stolto della parabola

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...