Che tipo di vescovo è…Antonio?

Chi è il nuovo Vescovo di Cremona? Che carattere ha? Cosa pensa? Quale è la sua matrice culturale? E la sua spiritualità? Quali sono le sue “preferenze pastorali”? Le domande sulla personalità e l’identità del nuovo Pastore della Chiesa Cremonese – quando non sconfinano nella curiosità insana e nel pettegolezzo – hanno una loro legittimità. Io, però – lo dichiaro senza timore di smentita – non ho approfondito nessuna delle questioni che lo riguardano. Appositamente. Non mi interessa, cioè, sapere se il Vescovo Antonio corrisponde ai miei “gusti” e alle mie aspettative. Mi fido della Chiesa. Egli viene, inviato da papa Francesco, nel nome del Signore: ed è quanto basta per meritare la mia obbedienza, la venerazione che devo al Successore degli Apostoli, il credito che spetta al Ministro del Vangelo e al Maestro nella fede. Ed è per fede che lo accolgo. Con affetto e devozione. A prescindere… da qualsiasi condizione. Non mi aspetto un Vescovo “perfetto”: i suoi “difetti”, anzi, me lo renderanno più “prossimo” ed “accessibile”. Certo, non nego la mia “soddisfazione” nel sapere che, “fino a ieri”, il mio Vescovo è stato un “parroco”, cioè “un pastore con l’odore delle pecore”, un servitore della Chiesa “in trincea” e non un ecclesiastico burocrate asserragliato “nella stanza dei bottoni” o un “teologo” eruditissimo senza contatto con la realtà! Mi piace pensare che il “fratello” al quale mi rivolgerò con il titolo onorifico di “Eccellenza” è stato scelto e “decorato” sul “campo di battaglia”, si onora di essere un “umile servo nella vigna del Signore” e conosce “in diretta” i tormenti e le gioie semplici della “cura d’anime” in parrocchia, le delusioni brucianti e le “sorprese” della Grazia… Cosa auguro al nuovo Pastore? Che custodisca intatto il dono dello Spirito che riceve per l’imposizione delle mani (2 Tim. 1, 7). Il resto verrà di conseguenza. Dunque, benvenuto tra noi, caro Vescovo Antonio!                                         Il Parroco Don Angelo Piccinelli

Domenica 31 gennaio S. GIOVANNI BOSCO PATRONO DEGLI ORATORI

Ore 15.30 Vespro e benedizione (S. Siro)

Ore 15.30 Incontro coniugi separati o divorziati (Casalmorano)

Lunedì 1 febbraio Ore 09.00 Adorazione e confessioni (S. Siro)

Martedì 2 febbraio PRESENTAZIONE DI GESU’ AL TEMPIO (CANDELORA)

Chiusura Anno della Vita Consacrata

Ore 18.00 Lucernario e S. Messa (Monastero)

Mercoledì 3 febbraio S. BIAGIO VESCOVO E MARTIRE

Ore 18.00 S. Messa e benedizione gola (S. Siro)

Giovedì 4 febbraio Ore 18.00 S. Messa al Sirino

Ore 21.00 Preparazione matrimonio (Canonica)

Venerdì 5 febbraio PRIMO VENERDI’ DEL MESE

Ore 07.30 Adorazione perpetua (Monastero)

Ore 16.00 Vespro e benedizione eucaristica (Monastero)

Sabato 6 febbraio S. FRANCESCO SPINELLI

Ore 21.00 Veglia per la vita (Cavatigozzi)

Domenica 7 febbraio GIORNATA PER LA VITA

Ore 15.00 Sfilata di Carnevale (dall’Oratorio per le vie…)

Ore 16.30 Anniversario Battesimi (Monastero)

Da martedì 2 febbraio: OFFERTA DELLA CERA (presso Ufficio parrocchiale).

Da domenica 14 febbraio: inizio catechismo I Elementare (Ore 9.30: S. Siro).

Domenica 7 febbraio: Inizio Corso Preparazione Matrimonio (Salone Mosconi: ore 17.00)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...