Anna Falcone,intelligenza del vivere socialista

64c50c0fb4092ecd43ce162eddb53fed

ANNA FALCONE AVVISA MENTANA: SONO CALABRESE. ORGOGLIOSAMENTE

COSENZA – Una passionale arringa difensiva. Alla calabresità. L’attacco gratuito che tutti i grandi media, televisivi e cartacei,

hanno riservato alla Calabria, solo per essere la terra natia natia del “pistolero” di Roma, va aspramente condannato allo stesso modo del gesto, e non chiamiamolo folle, del 46enne. Il web, i social sono pieni di “attacchi” contro quella larga fetta di classe giornalistica, per così dire d’elite, che ha costruito l’informazione e le trasmissioni solo sulla calabresità di Luigi Preiti. Su facebook, c’è uno stato, inondato di mi piace e che sta vedendo crescere, in maniera assolutamente spontanea, un’infinità di condivisioni. Lo stato, postato da Anna Falcone, avvocato, con la passione della politica, quella attiva, quella partecipata, è rivolto ad un interlocutore, per così dire privilegiato, Enrico Mentana, direttore del Tg di La7.

Nel post si legge: “informo Mentana che sono calabrese e vivo a Roma dove vado avanti onestamente del mio lavoro e con non pochi sacrifici. Tuttavia, ho ‘stranamente’ la fedina penale pulita, non sono squilibrata e non ho legami con la mafia o la ‘ndrangheta. I calabresi ripudiano ogni forma di violenza, non sono “lombrosianamente orientati al crimine”. Anzi, hanno portato prosperità e valori in ogni luogo dove si sono stabiliti, quasi sempre per bisogno, ma dimostrando ovunque dedizione al lavoro e gratitudine a chi li ha accolti. Ma di questo i “media ufficiali” non parlano mai…I calabresi sono indignati e preoccupati per quanto accaduto, e soprattutto per le condizioni di salute dei carabinieri feriti, a cui va tutto il nostro affetto e rispetto quali persone e servitori dello Stato, compito che svolgono spesso in condizioni indegne e per pochi euro al mese. Ciononostante siamo stanchi e offesi per il modo in cui si continua a dare certe notizie, e da media nazionali. Siamo italiani come gli altri e non tolleriamo certe striscianti accuse e discriminazioni che continuano a offendere la nostra dignità e minano la solidarietà sociale e il rispetto che dovrebbe essere riconosciuto a tutti gli italiani. A prescindere dalle Regioni di origine. Ed ora torniamo a parlare di cose serie, del futuro del nostro Paese e di come evitare in futuro che la disperazione, o la ‘follia’ di uno possano colpire così gravemente pochi innocenti e tutti noi. Firmato: una italiana orgogliosa di essere tale, e pure calabrese”.

Anche io ho messo il mio like e condiviso questo stato. Da calabrese, dico ad Anna Falcone: grazie.

IL PROFILO – Nata a Cosenza nel 1971, avvocato, già docente in materie giuspubblicistiche presso l’Università della Calabria, Anna Falcone, è componente e sostenitrice di vari centri antiviolenza e per i diritti delle donne. Da sempre impegnata nell’associazionismo, è stata promotrice di varie campagne antimafia e antiviolenza e di molte fra le più importanti esperienze di rinnovamento politico in Calabria. Autrice dell’appello “Io voto libero” per le ultime elezioni regionali. Oggi attivamente impegnata nei nuovi movimenti di cittadinanza attiva volti al recupero della sovranità popolare ed all’affermazione di modelli più avanzati di democrazia partecipativa.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...