Il mio ricordo sul Liceo Classico di Cremona

10557347_841400702595261_7924715494950408618_n (1)

Il primo ricordo del “mio”liceo classico Daniele Manin anni 50 è lo scalone d’ accesso alle aule: Eravamo giovani ma si aveva voglia di correre ed era alla fine era una faticaccia con la borsa piena di libri. E’ in un certo senso la premessa tangibile di cosa fosse il liceo di quei tempi: faticoso perchè le materie venivano studiate in maniera particolarmente approfondita, greco e latino in maniera ossessiva, dalla traduzione dell’ Iliade dal greco a Senofonte, senza poi parlare della Divina Commedia, tutta setacciata parola per parola. Ciò permetteva alla fine di acquisire una preparazione solida e molto approfondita. Insomma le grandi discipline “umanistiche” tradizionali erano la lingua, la letteratura e la civiltà greca, latina, italiana la filosofia e la storia; la storia dell’arte erano la base, accanto c’ erano le materie scientifiche , le une e le altre distribuite con equilibrio nel corso dei cinque anni, per una formazione umana e intellettuale dello studente veramente completa. Era un quinquennio ” forte “. C’ era un biennio davvero preparatorio, e un triennio di graduale approfondimento secondo un’impostazione storica di grande validità didattica. Certo occorreva il desiderio di imparare e la disponibilità a migliorarsi. Ricordo la prima lezione del professore di filosofia: l’ insegnante disse queste parole: ” Chi non capisce la filosofia è un cretino ed è meglio che cambi indirzzo scolastico “.Occorreva serietà e impegno nello studio, la curiosità intellettuale; l’interesse per il dialogo. Il tutto favoriva l’organizzaione del pensiero in forma scritta, oltre a saper gestire informazioni complesse; saper aggiornarsi; saper affrontare i problemi con flessibilità, apertura mentale e creatività. Un ricordo meno piacevole era l’ estrazione sociale: si mirava all’ èlite del liceo in coincidenza con la condizione sociale stessa: dello studente. Insomma i benestanti erano i ben accetti per il classico e se qualche ” campagnolo ” vi si intrufolava, era guardato con una certa sufficienza..Giulio Zignani
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...