Pizzighettone-Milano: Un grande pianista Vittorio Bacchetta (Victor Bach)

Victor Bach
Fotografia di Victor Bach
uch”)

Victor Bach, pseudonimo di Vittorio Bacchetta (Pizzighettone, 19 agosto 1937), è un pianista, direttore d’orchestra,arrangiatorecompositore italiano.

Dopo il diploma al conservatorio in pianoforte, entra nell’Orchestra della RAI Radiotelevisione Italiana di cui diventa anche direttore, lavorando in molti programmi televisivi; suona inoltre in alcuni gruppi di jazz.

Nel 1967 fonda il quartetto I Cabala unitamente a Sammy Barbot cantante e chitarrista, Faliero Bazzocchi alla batteria e Beppe Federici al contrabbasso: poi nello stesso anno l’incontro con C.A. Rossi, per il quale incide i suoi primi due LP: “Sensations in swing” e “The Monster”, (CAR Juke-box), in cui suona all’organo Hammond. Nel 1969 C.A.Rossi lo presenta al fratello Alfredo, (editore e titolare della Ariston Records), etichetta per la quale incide altri due LP: il mitico “Organ & Piano”, (Tullio De Piscopo alla batteria), e “Dance to it”, inciso “live” con la sua orchestra.

Dagli anni settanta è arrangiatore per parecchie case discografiche: Ariston Records, Fonit-Cetra, Ri-Fi, Polygram, Durium, PDU di Mina, Ricordi, CBS, Phonogram, CGD, Ariola ed altre, lavorando con artisti quali Bruno Martino, Rocky Roberts, Toto Cutugno, Fred Bongusto, Rita Pavone, Massimo Ranieri, Fausto Leali, Iva Zanicchi, Claudio Villa, (in un raro LP con orchestra sinfonica e arrangiamenti Disco-Music), Anna Identici, Luciano Rossi, Tony More, Al Bano e Romina Power, (per questi ultimi due artisti cura gli arrangiamenti durante molte tournée internazionali); nello stesso periodo compone canzoni per molti artisti, colonne sonore per film, realizzazioni pubblicitarie come “Mira mira l’olandesina” e musiche strumentali che incide con la sua orchestra.

Nel 1977 è uno dei direttori d’orchestra al Festival di Sanremo e nello stesso anno arrangia il Disco-Mix per Al Bano “Granada dream”, (come “A & B corporation”). È sempre del 1977 la parentesi discograficaa con Lino Banfi, per il quale compone il brano “Tettation“, (su testo dello stesso Banfi).

A fine anni ’70 l’incontro col suo idolo, Quincy Jones, che a Milano lo sceglie come pianista per un disco della cantante Lara Saint Paul.

Nel 1981, dopo anni di collaborazione come pianista, Mina lo sceglie anche come arrangiatore e “Walk on by” sarà la prima di una lunga serie di realizzazioni. Nello stesso anno collabora con Don Costa agli arrangiamenti per il concerto dedicato ai Beatles al teatro Manzoni di Milano, (dove partecipa anche come pianista), e subito dopo, su arrangiamento dello stesso Don Costa, realizza con Tony Renis un hit mondiale per Nikka Costa: “On My Own“, (dirigendo l’orchestra nell’incisione allo studio Regson di Milano). Sempre nel 1981 compone per Abbe Lane il brano “I love New York”, sigla del programma TV “Te la do io l’America” con Beppe Grillo.

Dal 1983 al 1986 cura le musiche del programma televisivo di Rai-Uno “Trent’ anni della nostra storia“, (condotto da Paolo Frajese), dirigendo in diretta l’orchestra e il trio canoro composto da Little Tony, Bobby Solo e Mino Reitano, (ottenendo inoltre da Mina l’incisione dei 30 brani-sigla raccolti in tre doppi LP e diventando un volto noto).

Nel 1988 e 1989 cura le musiche e dirige l’orchestra della Rai di Roma nel programma radiofonico di Rai-Uno “Varietà, Varietà” componendo anche la sigla “Radio amica mia“. Nel 1990 compone testo e musica del brano “Lo farei” che Mina incide nell’Album “Ti conosco mascherina” (e la curiosità è che il coro protagonista è cantato da Mina e Victor Bach).

Nel 1992 rilancia i classici dell’Ariston-Music con moderni arrangiamenti inviando a musicisti d’orchestra e piano-bar le basi strumentali su floppy-disc con allegata copia degli spartiti, (da “Estate” di Bruno Martino a “Il nostro concerto” di Umberto Bindi). Idea che troverà grande riscontro. Nel 1996 usa la stessa formula per “ringiovanire” i classici di C.A.Rossi, (da “Nun è peccato” ad “Amore baciami“).

Tra fine anni ’90 e primi anni 2000 si fa più intensa l’attività discografica con Al Bano, (con cui partecipa tuttora ai concerti in tutto il mondo), dedicandosi inoltre alla mai assopita attitudine dell’insegnamento privato di pianoforte, canto, armonia moderna e orchestrazione.

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

33 giri[modifica | modifica wikitesto]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...