i proverbi                  piu’                                                            belli                                                           del        mondocedenteLa Vergine e Madre di Dante → I proverbi più belli del mondo(seconda paarte) Pubblicato il marzo 5, 2013 di giuliozignani il libro A chi non vuol credere, poco valgono mille testimoni.[1] A chi non vuol credere sono inutili tutte le prove.[1] A tavola non si invecchia.[2] A chi di peste ha da morir non giova mutar paese e cercar aria nuova.[3] Agosto: moglie mia non ti conosco.[4] Al buio, le donne sono tutte uguali.[1] Amico di ventura, molto briga e poco dura.[5] Amor che nasce di malattia, quando si guarisce passa via.[1] Amor, dispetto, rabbia e gelosia, sul cuore della donna han signoria.[1] Amor nuovo va e viene, amor vecchio si mantiene.[1] Amor regge il suo regno senza spada.[1] Amore è il vero prezzo con che si compra amore.[6] Amore non si compra né si vende.[6] Amore onorato, né vergogna né peccato.[1] Ara nel mare e nella rena semina, chi crede alle parole della femmina.[1] Buone parole e pere marce non rompono la testa a nessuno.[5] a saggezza dei pèroverbiCane affamato non teme bastone. (Giovanni Verga)[7] Chi contro Dio getta la pietra, in capo gli torna.[1] Chi di spada ferisce di spada perisce.[8] Chi di una donna brutta s’innamora, lieto con essa invecchia e l’ama ancora.[1] Chi dice donna dice guai, chi dice uomo peggio che mai.[1] Chi non fu buon soldato, non sarà buon capitano.[9] Chi non ha fede, non ne può dare.[1] Chi non sa fare non sa comandare.[9] Chi non sa ubbidire, non sa comandare.[9] Chi non si innamora da giovane, si innamora da vecchio.[1] Chi porta fiori, porta amore.[1] Chi s’accapiglia si piglia.[10] Chi sa senza Cristo non sa nulla.[1] Chi semina vento, raccoglie tempesta.[11] Chi si prende d’amore, si lascia di rabbia.[1] Chi tace acconsente.[12] Chitarra e schioppo fanno andare la casa a galoppo.[1] Con la pietra si prova l’oro, con l’oro la donna e con la donna l’uomo.[1] Contro due donne neanche il diavolo può metterci il becco.[1] Date a Cesare quel che è di Cesare. [13] Di tutte le arti maestro è l’amore.[1] Donna adorna, tardi esce e tardi torna.[1] Donna bianca, poco gli manca.[1] Donna rossa coscia grossa.[1] Donna che canti dolcemente in scena, pei giovani inesperti è una sirena.[1] Donna che dona, di rado è buona.[1] Donna che piange, ovver che dolce canti, son due diversi, ambo possenti incanti.[1] Donna che sa il latino è rara cosa, ma guardati dal prenderla in isposa.[1] Donna e fuoco, toccali poco.[1] Donna e vino ubriaca il grande e il piccolino.[1] Donna giovane e uomo anziano possono riempire la casa di figli.[1] Donna io conosco, ch’è una santa a messa e che in casa è un’orribil diavolessa.[1] Donna nobil per natura è un tesor che sempre dura.[1] Donna pregata nega, trascurata prega.[1] Donna prudente, gioia eccellente.[1] Donna savia e bella è preziosa anche in gonnella.[1] Donna si lagna, donna si duole, donna s’ammala quando lo vuole.[1] Donne e sardine, son buone piccoline.[1] Donne, danno, fanno gli uomini e li disfanno.[1] Dove c’è l’amore, la gamba trascina il piede.[1] Dove men si pensa rompe Po.[14] Dove non si crede né all’inferno né al paradiso, il diavolo intasca tutte le entrate.[1] Due noci in un sacco e due donne in casa fanno un bel fracasso.[1] È meglio vivere un giorno da leone che cento anni da pecora[15] È più facile trovar dolce l’assenzio, che in mezzo a poche donne il silenzio.[1] Facile è criticare, difficile è l’arte.[16] Fare l’amore fa bene all’amore.[17] Femmine e galline, se giran troppo si perdono.[1] Ferita d’amore non uccide.[1] Grande amore, gran dolore.[1] Guardati da tre cose: da cavallo focoso, da uomo infido e da donna svergognata.[1] Guerra, peste e carestia, vanno sempre in compagnia.[18] Ha un coraggio da leone, quello che non fa violenza ai deboli.[1] Il cuor magnanimo si piglia con poco amore, e il cuore dello stolto con poca adulazione.[1] Il letto è il teatro dei poveri. (Aldous Huxley, Paradiso e inferno) Il magnanimo è superiore all’ingiuria, all’ingiustizia, al dolore.[1] Il magnanimo non ricorre all’astuzia.[1] Il primo amore non si arrugginisce.[1] Il primo amore non si scorda mai.[1] Il vino è forte ma il sonno lo vince, ma più forte d’ogni cosa è la donna.[1] In amore e in guerra niente regole.[1] L’avversità che fiacca i cuori deboli, ingagliardisce le anime forti.[1] La donna a 15 anni scherza, a 20 brilla, a 25 ama, a 30 brama, a 35 sente, a 40 vuole e a 50 paga.[1] La donna bisogna praticarla un giorno, un mese e un’estate per sapere che odore sa.[1] La donna buona vale una corona.[1] La donna deve avere tre m: matrona in strada, modesta in chiesa, massaia in casa.[1] La donna e l’orto vogliono un sol padrone.[1] La donna ha più capricci che ricci.[1] La donna oziosa non può essere virtuosa.[1] La donna per piccola che sia, vince il diavolo in furberia.[1] La donna più sciocca vale due uomini.[1] La donna troppo in vista, è di facile conquista.[1] La gallina del vicino sembra un fagiano.[19] L’amore di carnevale muore in quaresima.[1] L’amore è cieco, ma vede lontano.[1] L’amore fa passare il tempo e il tempo fa passare l’amore.[1] L’amore non si misura a metri.[1] L’amore passa dentro la cruna di un ago.[1] L’amore senza baci è pane senza sale.[1] L’erba del vicino è sempre più verde.[19] L’orologio dell’amore ritarda sempre.[1] La madre del peggio è sempre incinta.[20] La moglie di Cesare deve essere al di sopra di ogni sospetto.[21] Le donne hanno quattro malattie all’anno, e tre mesi dura ogni malanno.[1] Le donne hanno sette anime… e mezza.[1] Le ragazze sono d’oro, le sposate d’argento, le vedove di rame e le vecchie di latta.[1] Lontano dagli occhi, lontano dal cuore.[22] Ma in premio d’amore amor si rende.[6] Né donna né tela al lume di candela.[1] Nel bere e nel camminare si conoscono le donne.[1] Nessuno è profeta in patria.[23] Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco. (Giovanni Trapattoni) Non esiste amore senza gelosia.[1] Non giudicare se non vuoi esser giudicato.[24] Non vi è donna senza amore.[1] Occhio per occhio, dente per dente. [25] Ogni bella scarpa diventa ciabatta, ogni bella donna diventa nonna.[1] Ognuno è artefice della propria fortuna.[26] Parola e sasso quando sono lanciati non tornano indietro.[27] Per amore anche una donna onesta, può perdere la testa.[1] Per una scopa formano un mercato tre donne e assordan tutto il vicinato.[1] Più si chiacchiera, meno si ama.[1] Prendi la bruna per amante e la bionda per moglie.[1] Prevedere per provvedere e prevenire.[28] Quando c’è la salute, c’è tutto. (Luigi Arnaldo Vassallo) Quando l’amore è a pezzi non c’è alcuna colla che lo riappiccichi.[1] Quando la fame entra dalla porta, l’amore esce dalla finestra.[1] Quando sono fidanzate hanno sette mani e una lingua, quando sono sposate hanno sette lingue e una mano.[1] Ricchezze nell’India, sapere in Europa, e pompa fra gli ottomani.[1] Roma santa, Aquila bella, Napoli galante.[29] Rosso di matina, pioggia vicina.[30] Rosso e giallaccio pare bello ad ogni faccia, verde e turchino si deve essere più che bellino.[31] Scalda più l’amore che mille fuochi.[1] Scusa non richiesta, accusa manifesta.[32] Se occhio non mira, cuor non sospira.[1] Se vuoi che t’ami, fa’ che ti brami.[1] Son padrone del mondo oggi le donne e cedon toghe e spade a cuffie e gonne.[1] Tale padre, tale figlio.[33] Tanto l’amore quanto il fuoco devono essere attizzati.[1] Tanto l’amore quanto la minestra di fagioli vogliono uno sfogo.[1] Tira più un capello di donna che cento paia di buoi.[1] Tre sono le meraviglie, Napoli, Roma e la faccia tua.[34] Triste e guai, chi crede troppo e chi non crede mai.[1] Tutti i peccati mortali sono femmine.[1] Tutto è bene quel che finisce bene.[35] Tutto il mondo è paese.[36] Tutto s’accomoda fuorché l’osso del collo.[5] Una fa, due stentano, ma a tre ci vuol la serva.[1] Una Fenice fra le donne è quella, che altra donna confessa essere bella.[1] Un’anima magnanima consulta le altre; un’anima volgare disprezza i consigli.[1] Un bel tacer non fu mai scritto.[37] Un cuor magnanimo vuol sempre il bene, anche se il premio mai non ottiene.[1] Un piccolo buco fa affondare un gran bastimento.[1] Senza fonte (Giulio Zignani)

i proverbi piu’ belli del mondocedenteLa Vergine e Madre di Dante → I proverbi più belli del mondo(seconda paarte) Pubblicato il marzo 5, 2013 di giuliozignani il libro A chi non vuol credere, poco valgono mille testimoni.[1] A chi non vuol credere sono inutili tutte le prove.[1] A tavola non si invecchia.[2] A chi di peste ha da morir non giova mutar paese e cercar aria nuova.[3] Agosto: moglie mia non ti conosco.[4] Al buio, le donne sono tutte uguali.[1] Amico di ventura, molto briga e poco dura.[5] Amor che nasce di malattia, quando si guarisce passa via.[1] Amor, dispetto, rabbia e gelosia, sul cuore della donna han signoria.[1] Amor nuovo va e viene, amor vecchio si mantiene.[1] Amor regge il suo regno senza spada.[1] Amore è il vero prezzo con che si compra amore.[6] Amore non si compra né si vende.[6] Amore onorato, né vergogna né peccato.[1] Ara nel mare e nella rena semina, chi crede alle parole della femmina.[1] Buone parole e pere marce non rompono la testa a nessuno.[5] a saggezza dei pèroverbiCane affamato non teme bastone. (Giovanni Verga)[7] Chi contro Dio getta la pietra, in capo gli torna.[1] Chi di spada ferisce di spada perisce.[8] Chi di una donna brutta s’innamora, lieto con essa invecchia e l’ama ancora.[1] Chi dice donna dice guai, chi dice uomo peggio che mai.[1] Chi non fu buon soldato, non sarà buon capitano.[9] Chi non ha fede, non ne può dare.[1] Chi non sa fare non sa comandare.[9] Chi non sa ubbidire, non sa comandare.[9] Chi non si innamora da giovane, si innamora da vecchio.[1] Chi porta fiori, porta amore.[1] Chi s’accapiglia si piglia.[10] Chi sa senza Cristo non sa nulla.[1] Chi semina vento, raccoglie tempesta.[11] Chi si prende d’amore, si lascia di rabbia.[1] Chi tace acconsente.[12] Chitarra e schioppo fanno andare la casa a galoppo.[1] Con la pietra si prova l’oro, con l’oro la donna e con la donna l’uomo.[1] Contro due donne neanche il diavolo può metterci il becco.[1] Date a Cesare quel che è di Cesare. [13] Di tutte le arti maestro è l’amore.[1] Donna adorna, tardi esce e tardi torna.[1] Donna bianca, poco gli manca.[1] Donna rossa coscia grossa.[1] Donna che canti dolcemente in scena, pei giovani inesperti è una sirena.[1] Donna che dona, di rado è buona.[1] Donna che piange, ovver che dolce canti, son due diversi, ambo possenti incanti.[1] Donna che sa il latino è rara cosa, ma guardati dal prenderla in isposa.[1] Donna e fuoco, toccali poco.[1] Donna e vino ubriaca il grande e il piccolino.[1] Donna giovane e uomo anziano possono riempire la casa di figli.[1] Donna io conosco, ch’è una santa a messa e che in casa è un’orribil diavolessa.[1] Donna nobil per natura è un tesor che sempre dura.[1] Donna pregata nega, trascurata prega.[1] Donna prudente, gioia eccellente.[1] Donna savia e bella è preziosa anche in gonnella.[1] Donna si lagna, donna si duole, donna s’ammala quando lo vuole.[1] Donne e sardine, son buone piccoline.[1] Donne, danno, fanno gli uomini e li disfanno.[1] Dove c’è l’amore, la gamba trascina il piede.[1] Dove men si pensa rompe Po.[14] Dove non si crede né all’inferno né al paradiso, il diavolo intasca tutte le entrate.[1] Due noci in un sacco e due donne in casa fanno un bel fracasso.[1] È meglio vivere un giorno da leone che cento anni da pecora[15] È più facile trovar dolce l’assenzio, che in mezzo a poche donne il silenzio.[1] Facile è criticare, difficile è l’arte.[16] Fare l’amore fa bene all’amore.[17] Femmine e galline, se giran troppo si perdono.[1] Ferita d’amore non uccide.[1] Grande amore, gran dolore.[1] Guardati da tre cose: da cavallo focoso, da uomo infido e da donna svergognata.[1] Guerra, peste e carestia, vanno sempre in compagnia.[18] Ha un coraggio da leone, quello che non fa violenza ai deboli.[1] Il cuor magnanimo si piglia con poco amore, e il cuore dello stolto con poca adulazione.[1] Il letto è il teatro dei poveri. (Aldous Huxley, Paradiso e inferno) Il magnanimo è superiore all’ingiuria, all’ingiustizia, al dolore.[1] Il magnanimo non ricorre all’astuzia.[1] Il primo amore non si arrugginisce.[1] Il primo amore non si scorda mai.[1] Il vino è forte ma il sonno lo vince, ma più forte d’ogni cosa è la donna.[1] In amore e in guerra niente regole.[1] L’avversità che fiacca i cuori deboli, ingagliardisce le anime forti.[1] La donna a 15 anni scherza, a 20 brilla, a 25 ama, a 30 brama, a 35 sente, a 40 vuole e a 50 paga.[1] La donna bisogna praticarla un giorno, un mese e un’estate per sapere che odore sa.[1] La donna buona vale una corona.[1] La donna deve avere tre m: matrona in strada, modesta in chiesa, massaia in casa.[1] La donna e l’orto vogliono un sol padrone.[1] La donna ha più capricci che ricci.[1] La donna oziosa non può essere virtuosa.[1] La donna per piccola che sia, vince il diavolo in furberia.[1] La donna più sciocca vale due uomini.[1] La donna troppo in vista, è di facile conquista.[1] La gallina del vicino sembra un fagiano.[19] L’amore di carnevale muore in quaresima.[1] L’amore è cieco, ma vede lontano.[1] L’amore fa passare il tempo e il tempo fa passare l’amore.[1] L’amore non si misura a metri.[1] L’amore passa dentro la cruna di un ago.[1] L’amore senza baci è pane senza sale.[1] L’erba del vicino è sempre più verde.[19] L’orologio dell’amore ritarda sempre.[1] La madre del peggio è sempre incinta.[20] La moglie di Cesare deve essere al di sopra di ogni sospetto.[21] Le donne hanno quattro malattie all’anno, e tre mesi dura ogni malanno.[1] Le donne hanno sette anime… e mezza.[1] Le ragazze sono d’oro, le sposate d’argento, le vedove di rame e le vecchie di latta.[1] Lontano dagli occhi, lontano dal cuore.[22] Ma in premio d’amore amor si rende.[6] Né donna né tela al lume di candela.[1] Nel bere e nel camminare si conoscono le donne.[1] Nessuno è profeta in patria.[23] Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco. (Giovanni Trapattoni) Non esiste amore senza gelosia.[1] Non giudicare se non vuoi esser giudicato.[24] Non vi è donna senza amore.[1] Occhio per occhio, dente per dente. [25] Ogni bella scarpa diventa ciabatta, ogni bella donna diventa nonna.[1] Ognuno è artefice della propria fortuna.[26] Parola e sasso quando sono lanciati non tornano indietro.[27] Per amore anche una donna onesta, può perdere la testa.[1] Per una scopa formano un mercato tre donne e assordan tutto il vicinato.[1] Più si chiacchiera, meno si ama.[1] Prendi la bruna per amante e la bionda per moglie.[1] Prevedere per provvedere e prevenire.[28] Quando c’è la salute, c’è tutto. (Luigi Arnaldo Vassallo) Quando l’amore è a pezzi non c’è alcuna colla che lo riappiccichi.[1] Quando la fame entra dalla porta, l’amore esce dalla finestra.[1] Quando sono fidanzate hanno sette mani e una lingua, quando sono sposate hanno sette lingue e una mano.[1] Ricchezze nell’India, sapere in Europa, e pompa fra gli ottomani.[1] Roma santa, Aquila bella, Napoli galante.[29] Rosso di matina, pioggia vicina.[30] Rosso e giallaccio pare bello ad ogni faccia, verde e turchino si deve essere più che bellino.[31] Scalda più l’amore che mille fuochi.[1] Scusa non richiesta, accusa manifesta.[32] Se occhio non mira, cuor non sospira.[1] Se vuoi che t’ami, fa’ che ti brami.[1] Son padrone del mondo oggi le donne e cedon toghe e spade a cuffie e gonne.[1] Tale padre, tale figlio.[33] Tanto l’amore quanto il fuoco devono essere attizzati.[1] Tanto l’amore quanto la minestra di fagioli vogliono uno sfogo.[1] Tira più un capello di donna che cento paia di buoi.[1] Tre sono le meraviglie, Napoli, Roma e la faccia tua.[34] Triste e guai, chi crede troppo e chi non crede mai.[1] Tutti i peccati mortali sono femmine.[1] Tutto è bene quel che finisce bene.[35] Tutto il mondo è paese.[36] Tutto s’accomoda fuorché l’osso del collo.[5] Una fa, due stentano, ma a tre ci vuol la serva.[1] Una Fenice fra le donne è quella, che altra donna confessa essere bella.[1] Un’anima magnanima consulta le altre; un’anima volgare disprezza i consigli.[1] Un bel tacer non fu mai scritto.[37] Un cuor magnanimo vuol sempre il bene, anche se il premio mai non ottiene.[1] Un piccolo buco fa affondare un gran bastimento.[1] Senza fonte (Giulio Zignani)

I proverbi più belli del mondo(seconda paarte)

il libro
A chi non vuol credere, poco valgono mille testimoni.[1]
A chi non vuol credere sono inutili tutte le prove.[1]
A tavola non si invecchia.[2]
A chi di peste ha da morir non giova mutar paese e cercar aria nuova.[3]
Agosto: moglie mia non ti conosco.[4]
Al buio, le donne sono tutte uguali.[1]
Amico di ventura, molto briga e poco dura.[5]
Amor che nasce di malattia, quando si guarisce passa via.[1]
Amor, dispetto, rabbia e gelosia, sul cuore della donna han signoria.[1]
Amor nuovo va e viene, amor vecchio si mantiene.[1]
Amor regge il suo regno senza spada.[1]
Amore è il vero prezzo con che si compra amore.[6]
Amore non si compra né si vende.[6]
Amore onorato, né vergogna né peccato.[1]
Ara nel mare e nella rena semina, chi crede alle parole della femmina.[1]
Buone parole e pere marce non rompono la testa a nessuno.[5]
a saggezza dei pèroverbiCane affamato non teme bastone. (Giovanni Verga)[7]
Chi contro Dio getta la pietra, in capo gli torna.[1]
Chi di spada ferisce di spada perisce.[8]
Chi di una donna brutta s’innamora, lieto con essa invecchia e l’ama ancora.[1]
Chi dice donna dice guai, chi dice uomo peggio che mai.[1]
Chi non fu buon soldato, non sarà buon capitano.[9]
Chi non ha fede, non ne può dare.[1]
Chi non sa fare non sa comandare.[9]
Chi non sa ubbidire, non sa comandare.[9]
Chi non si innamora da giovane, si innamora da vecchio.[1]
Chi porta fiori, porta amore.[1]
Chi s’accapiglia si piglia.[10]
Chi sa senza Cristo non sa nulla.[1]
Chi semina vento, raccoglie tempesta.[11]
Chi si prende d’amore, si lascia di rabbia.[1]
Chi tace acconsente.[12]
Chitarra e schioppo fanno andare la casa a galoppo.[1]
Con la pietra si prova l’oro, con l’oro la donna e con la donna l’uomo.[1]
Contro due donne neanche il diavolo può metterci il becco.[1]
Date a Cesare quel che è di Cesare. [13]
Di tutte le arti maestro è l’amore.[1]
Donna adorna, tardi esce e tardi torna.[1]
Donna bianca, poco gli manca.[1]
Donna rossa coscia grossa.[1]
Donna che canti dolcemente in scena, pei giovani inesperti è una sirena.[1]
Donna che dona, di rado è buona.[1]
Donna che piange, ovver che dolce canti, son due diversi, ambo possenti incanti.[1]
Donna che sa il latino è rara cosa, ma guardati dal prenderla in isposa.[1]
Donna e fuoco, toccali poco.[1]
Donna e vino ubriaca il grande e il piccolino.[1]
Donna giovane e uomo anziano possono riempire la casa di figli.[1]
Donna io conosco, ch’è una santa a messa e che in casa è un’orribil diavolessa.[1]
Donna nobil per natura è un tesor che sempre dura.[1]
Donna pregata nega, trascurata prega.[1]
Donna prudente, gioia eccellente.[1]
Donna savia e bella è preziosa anche in gonnella.[1]
Donna si lagna, donna si duole, donna s’ammala quando lo vuole.[1]
Donne e sardine, son buone piccoline.[1]
Donne, danno, fanno gli uomini e li disfanno.[1]
Dove c’è l’amore, la gamba trascina il piede.[1]
Dove men si pensa rompe Po.[14]
Dove non si crede né all’inferno né al paradiso, il diavolo intasca tutte le entrate.[1]
Due noci in un sacco e due donne in casa fanno un bel fracasso.[1]
È meglio vivere un giorno da leone che cento anni da pecora[15]
È più facile trovar dolce l’assenzio, che in mezzo a poche donne il silenzio.[1]
Facile è criticare, difficile è l’arte.[16]
Fare l’amore fa bene all’amore.[17]
Femmine e galline, se giran troppo si perdono.[1]
Ferita d’amore non uccide.[1]
Grande amore, gran dolore.[1]
Guardati da tre cose: da cavallo focoso, da uomo infido e da donna svergognata.[1]
Guerra, peste e carestia, vanno sempre in compagnia.[18]
Ha un coraggio da leone, quello che non fa violenza ai deboli.[1]
Il cuor magnanimo si piglia con poco amore, e il cuore dello stolto con poca adulazione.[1]
Il letto è il teatro dei poveri. (Aldous Huxley, Paradiso e inferno)
Il magnanimo è superiore all’ingiuria, all’ingiustizia, al dolore.[1]
Il magnanimo non ricorre all’astuzia.[1]
Il primo amore non si arrugginisce.[1]
Il primo amore non si scorda mai.[1]
Il vino è forte ma il sonno lo vince, ma più forte d’ogni cosa è la donna.[1]
In amore e in guerra niente regole.[1]
L’avversità che fiacca i cuori deboli, ingagliardisce le anime forti.[1]
La donna a 15 anni scherza, a 20 brilla, a 25 ama, a 30 brama, a 35 sente, a 40 vuole e a 50 paga.[1]
La donna bisogna praticarla un giorno, un mese e un’estate per sapere che odore sa.[1]
La donna buona vale una corona.[1]
La donna deve avere tre m: matrona in strada, modesta in chiesa, massaia in casa.[1]
La donna e l’orto vogliono un sol padrone.[1]
La donna ha più capricci che ricci.[1]
La donna oziosa non può essere virtuosa.[1]
La donna per piccola che sia, vince il diavolo in furberia.[1]
La donna più sciocca vale due uomini.[1]
La donna troppo in vista, è di facile conquista.[1]
La gallina del vicino sembra un fagiano.[19]
L’amore di carnevale muore in quaresima.[1]
L’amore è cieco, ma vede lontano.[1]
L’amore fa passare il tempo e il tempo fa passare l’amore.[1]
L’amore non si misura a metri.[1]
L’amore passa dentro la cruna di un ago.[1]
L’amore senza baci è pane senza sale.[1]
L’erba del vicino è sempre più verde.[19]
L’orologio dell’amore ritarda sempre.[1]
La madre del peggio è sempre incinta.[20]
La moglie di Cesare deve essere al di sopra di ogni sospetto.[21]
Le donne hanno quattro malattie all’anno, e tre mesi dura ogni malanno.[1]
Le donne hanno sette anime… e mezza.[1]
Le ragazze sono d’oro, le sposate d’argento, le vedove di rame e le vecchie di latta.[1]
Lontano dagli occhi, lontano dal cuore.[22]
Ma in premio d’amore amor si rende.[6]
Né donna né tela al lume di candela.[1]
Nel bere e nel camminare si conoscono le donne.[1]
Nessuno è profeta in patria.[23]
Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco. (Giovanni Trapattoni)
Non esiste amore senza gelosia.[1]
Non giudicare se non vuoi esser giudicato.[24]
Non vi è donna senza amore.[1]
Occhio per occhio, dente per dente. [25]
Ogni bella scarpa diventa ciabatta, ogni bella donna diventa nonna.[1]
Ognuno è artefice della propria fortuna.[26]
Parola e sasso quando sono lanciati non tornano indietro.[27]
Per amore anche una donna onesta, può perdere la testa.[1]
Per una scopa formano un mercato tre donne e assordan tutto il vicinato.[1]
Più si chiacchiera, meno si ama.[1]
Prendi la bruna per amante e la bionda per moglie.[1]
Prevedere per provvedere e prevenire.[28]
Quando c’è la salute, c’è tutto. (Luigi Arnaldo Vassallo)
Quando l’amore è a pezzi non c’è alcuna colla che lo riappiccichi.[1]
Quando la fame entra dalla porta, l’amore esce dalla finestra.[1]
Quando sono fidanzate hanno sette mani e una lingua, quando sono sposate hanno sette lingue e una mano.[1]
Ricchezze nell’India, sapere in Europa, e pompa fra gli ottomani.[1]
Roma santa, Aquila bella, Napoli galante.[29]
Rosso di matina, pioggia vicina.[30]
Rosso e giallaccio pare bello ad ogni faccia, verde e turchino si deve essere più che bellino.[31]
Scalda più l’amore che mille fuochi.[1]
Scusa non richiesta, accusa manifesta.[32]
Se occhio non mira, cuor non sospira.[1]
Se vuoi che t’ami, fa’ che ti brami.[1]
Son padrone del mondo oggi le donne e cedon toghe e spade a cuffie e gonne.[1]
Tale padre, tale figlio.[33]
Tanto l’amore quanto il fuoco devono essere attizzati.[1]
Tanto l’amore quanto la minestra di fagioli vogliono uno sfogo.[1]
Tira più un capello di donna che cento paia di buoi.[1]
Tre sono le meraviglie, Napoli, Roma e la faccia tua.[34]
Triste e guai, chi crede troppo e chi non crede mai.[1]
Tutti i peccati mortali sono femmine.[1]
Tutto è bene quel che finisce bene.[35]
Tutto il mondo è paese.[36]
Tutto s’accomoda fuorché l’osso del collo.[5]
Una fa, due stentano, ma a tre ci vuol la serva.[1]
Una Fenice fra le donne è quella, che altra donna confessa essere bella.[1]
Un’anima magnanima consulta le altre; un’anima volgare disprezza i consigli.[1]
Un bel tacer non fu mai scritto.[37]
Un cuor magnanimo vuol sempre il bene, anche se il premio mai non ottiene.[1]
Un piccolo buco fa affondare un gran bastimento.[1]
Senza fonte

(Giulio Zignani)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...