8 marzo festa della donna

· 

  • Le origini della festa dell’8 marzo risalgano al 1908, quando a New York, le operaie dell’industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare.Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni, finché l’8 marzo, il proprietario Mr. Johnson bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire.Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie prigioniere all’interno morirono arse dalle fiamme.

    Successivamente questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne ,da Rosa Luxemburg, in ricordo della tragedia.

    Le mimose sono divenute il simbolo di questa giornata.

     

    Antipasto a persona

    Filetto di seppia e calamari in conchiglia, muffin di verdure e pesce spada, cozze su crostino, roselline di prosciutto crudo con perline di latte e

    focaccia rustica

    Centrotavola

    Frittini misti, tajeddha, orzo perlato al sapore di mare e parmigiana bianca

    Primi

    Maccheroncini con ragù di granchio e frutti di mare freschi

    Risotto crema di porcini e gamberi

    Secondo

    Scaloppine ai funghi misti  con carezze di patate prezzemolate

    Insalata capricciosa

    Arcobaleno di frutta fresca

    Torta mimosa

    Acqua – Vino – Birra – Bevande tutte

    Vi auguriamo una splendida serata con piano bar & divertentismo.

    · 

    • Successivamente questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale, a fa

      Festa della Donna

      • Le origini della festa dell’8 marzo risalgano al 1908, quando a New York, le operaie dell’industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare.Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni, finché l’8 marzo, il proprietario Mr. Johnson bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire.Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie prigioniere all’interno morirono arse dalle fiamme.

      vore delle donne ,da Rosa Luxemburg, in ricordo della tragedia.

      Le mimose sono divenute il simbolo di questa giornata.

       

      Antipasto a persona

      Filetto di seppia e calamari in conchiglia, muffin di verdure e pesce spada, cozze su crostino, roselline di prosciutto crudo con perline di latte e

      focaccia rustica

      Centrotavola

      Frittini misti, tajeddha, orzo perlato al sapore di mare e parmigiana bianca

      Primi

      Maccheroncini con ragù di granchio e frutti di mare freschi

      Risotto crema di porcini e gamberi

      Secondo

      Scaloppine ai funghi misti  con carezze di patate prezzemolate

      Insalata capricciosa

      Arcobaleno di frutta fresca

      Torta mimosa

      Acqua – Vino – Birra – Bevande tutte

      Vi auguriamo una splendida serata

     

– See more at: http://www.ilviziodelbarone.net/browse_54_0_11275_0.html#sthash.a0V2QX0y.dpuf

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...