Il presepe vivente a Soresina

P1040733 (2) P1040728 P1040725 (2)Il Sirino ha chiuso le feste con uno spettacolare presepe vivente che ha visto in Don Andrea Piana l’ideatore al vertice  dell’iniziativa.
Chi voleva vedere il presepe quest’anno lo ha fatto in un modo tutto personale e il primo  a  organizzare il presepe vivente è stato appunto l’oratorio Sirino. Don Andrea Piana ha  anche quest’anno trasformato il cortile dell’Oratorio, in un mercato dell’Epifania stile Gesù. Lo ha fatto diventare un grande atto attraente, tende create per l’evento, passaggi di musiche natalizie con la Banda “Igino Robbiani” appositamente addobbata con tabarri d’epoca ; poi le  botteghe: del Fabbro, quella del tessuto, della verdura, del ricamo, della cartomante,  e le pecore viventi.  C’era chi aveva messo sotto la tenda un grosso paiolo per la polenta, ma anche i personaggi soresinesi che fanno parte dell’Amministrazione dal Professor Giuseppe RocchettaAnna Bertelli, ai consiglieri Matteo Manuelli e Michele Radaelli, senza dimenticare gli altri li abbiamo visti immedesimarsi nelle figure del presepe il sindaco Diego Vairani vestito da arabo, il coltivatore Amedeo Ardigò vestito da pastore con il bastone  e poi l’osteria sotto il porticato dove si poteva anche gustare un qualcosa per ristorarsi, ma il grande personaggio don Andrea Piana in mezzo al centinaio di figure primeggiava  vestito da pastore con tanto di berretta antica , tabarro e calzoni alla zuava da montanaro.

La gioia dei piccini e la fantasia dei grandi, genitori e  bambini pronti per un pomeriggio vissuto con grande armonia natalizia; la sfilata partita in perfetto orario da piazza Garibaldi ha percorso via Genala via Martiri e via Giusti per arrivare in via don Bosco al Sirino per poi immedesimarsi nel grande giorno dell’Epifania con musiche  canti oratoriani e natalizi salutando l’avvento dei Re Magi, un 6 gennaio diverso che ha visto una giornata  atipica di sole  quasi primaverile con anche la temperatura mite e arrivare fino a sera  soddisfatti i genitori e stanchi i bambini, l’oratorio è anche questo, don Andrea ha saputo coinvolgere tutti mamme, papà, ragazzi e  bambini in un’unione  di passaggio e arrivo dei Re Magi. Testo di Angelo Maietti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...