Bice Rancati ed il successo delle sue poesie

“Non sapevo cosa volesse
dire scrivere poesie.
Accadde tutto in un attimo”

Ma il suo animo è stato arricchito dai numerosi calchi teatrali, ove si distinse come provetta ed aulica attrice.

“Continuai a scrivere,
così sono nate le mie poesie,
ora so cosa vuol dire
scrivere poesie:
è sensibilità,
è semplicità
è ringraziare Dio
per tutto quello che ci da’”

Ma del suo opuscolo “Una voce dal cuore” la professoressa Paola Orini parla di “componimenti poetici, caratterizzati da temi differenti trattati, però, sempre con uno stile limpido e soave che riflette un anima tesa a scorgere il bene in ogni aspetto, anche difficile o doloroso, della vita”

Il figlio stupendo
“O Dio, un figlio stupendo
mi hai dato,
ma troppo presto
a te l’hai chiamato.
Dimmi, o Dio
se questo bel figlio
è tuo, o mio,…”

E’ il grido straziante di una madre per la morte del figlio.

Poi ecco quando Bice vola alto in “Vento dell’autunno
“Guardo stupita
una nuvola
di polvere alzarsi
gira in mezzo a foglie
vestite di autunno:
rosse e gialle…

E’ tornato il sereno,
tutto si rischiara.
Di un bel azzurro
si è fatto
il cielo.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...